imessage on pc

mdpr1@libero.it

https://mcdvoice.review

Quando Sant’Ambrogio era Sant’Ambrogio

Commenti disabilitati su Quando Sant’Ambrogio era Sant’Ambrogio Amarcord

di Silvana Pacchioni

Anni Cinquanta, anni Sessanta

Panificio Casoli: pane fresco alla domenica, formaggi e salumi

Latteria: latte in bottiglia di vetro

Cascina Baraggia: mucche e latte nel secchiello di rame

Circolo cooperativa: mescita vino e in estate spettacoli di burattini la sera, Gioppino il protagonista

Bar gelati Motta: vicolo Camairago, un gelato ogni giorno

Sorelle Bernasconi: sarte della Varese bene

Mazzola: drogheria e caramelle per i bambini

Mai: elettricista, fornitore di lampadari e dei primi elettrodomestici

Calzolaio in piazza: piccolo negozio dove le scarpe vecchie diventavano nuove

Bustaia: faceva diventare magre le donne grasse

Ortolano in piazza: mandarini a Natale vicino a statuine di gesso che facevano restare incollati alla vetrina

Merceria: borsette in plastica, guanti, golf, il sogno di tutte le bambine

Tintoria Ermolli: non sapevi mai di che colore uscisse il tuo golf

Orologiaio Zanzi: recuperava gli orologi persi

Idraulico Frattini: pronto in ogni momento

Cartolaio: giornali, pochi, quaderni, tanti

Fruttivendolo: arrivava a casa con le sue cassette di frutta e verdura, colori e profumi

“Vint ghei”: guidava il suo carro e per venti lire trasportava tutto

Farmacia Bombardelli: il farmacista che conosceva e consigliava tutti

Falegname: le sedie della nonna acquistavano nuova vita

Macellaio Luigi: la carne migliore, per tutta Varese

Alimentari Fantoni: il regno della gola, delle merende dopo la scuola, dei pranzi di Natale ritirati dopo code di ore

Il barbiere: negozio pulito, sempre aperto per i clienti affezionati

Albergo Boscarini, albergo Prealpi: il raduno estivo dei milanesi che, aperte le ville, si ritrovavano per il gelato, per la villeggiatura

Oratorio: giochi, giochi e poi film in estate

E poi? Strade dove camminavano sicuri i bambini, andavano in bicicletta, correvano e d’inverno si lanciavano palle di neve

Infine la chiesa: tutti alla messa di mezzanotte a Natale, con i vestiti nuovi per le feste, gli auguri e i baci degli amici

Anni felici!