mdpr1@libero.it

Il casino di Mamma Rosa

Commenti disabilitati su Il casino di Mamma Rosa Varie ed eventuali

Nel sessantesimo della legge Merlin (per gli smemorati, per gli incolti e per i giovani, quella che abolì la ‘case chiuse’, i casini, i casotti o come in altro modo li si voglia chiamare), sarà d’uopo ricordare tra le mille ‘case’ quella di Luino, immortalata da Piero Chiara, la cui tenutaria era la mitica Mamma Rosa.
Aveva ‘ul casott de Luin’ una particolarità.
Visto che la vicina Confederazione Elvetica non permetteva consimili attività, era frequentato da non pochi cittadini svizzeri ai quali la maîtresse faceva pagare ogni singola ‘prestazione’ assai più del dovuto visto che, stranieri, approfittavano per la bisogna di ‘signorine’ italiane.