mdpr1@libero.it

‘Man o war’

Commenti disabilitati su ‘Man o war’ Varie ed eventuali

Il 17 aprile di ogni anno cade il ‘Verrazzano Day’, giorno dedicato alla celebrazione della scoperta della Baia di New York (nel 1524) ad opera di Giovanni da Verrazzano.
Il grande navigatore venne a morte nel successivo 1528, con ogni probabilità (ma non con assoluta certezza) in una delle Isole Abaco, facenti parte dell’arcipelago delle Bahamas e collocate a nord dello stesso.
Una delle Abaco si chiama Man O War.
Ora, verrebbe da pensare che proprio con riferimento all’isola in questione August Belmont Jr abbia così chiamato il purosangue di razza inglese che nacque il 29 marzo 1917 a Lexington nel Kentucky del quale fu primo proprietario e allenatore.
Così non è, visto che al cavallo da corsa ritenuto da tutti gli esperti ‘il più grande di sempre’ assegnò il particolare nome la moglie di August che volle celebrare il coniuge quale reduce dalla Prima Guerra Mondiale battezzando ‘My Man o War’ il puledro.
Accadde dipoi che alla registrazione il ‘My’ cadesse, fosse eliminato.
Che poi davvero ‘The Big Red’ – come fu soprannominato quel fulmine di guerra per la statura e il colore del mantello – sia stato ‘il più grande’ è decisamente contestabile.
Personalmente ritengo superiore a tutti i purosangue visti in pista il nostro Nearco.
Non tanto e non solo per le vittorie conseguite e l’imbattibilità.
Quanto per il fatto che la sua discendenza è di gran lunga la più vincente a livello di corse di Gruppo 1.
Vantare Nearco nella genealogia garantisce!