mdpr1@libero.it

Fidel

Commenti disabilitati su Fidel Varie ed eventuali

Semplificherò al massimo.
Eviterò di ricordare la decisiva e illuminante faccenda del furto del portafoglio subito dal futuro ‘lider’ in Colombia nel 1948.
Ma certo, dipingere Fidel Castro tout court come un comunista è davvero ridicolo.
Era un rivoluzionario radicale di destra, un autocrate.
Un indomabile individualista (e quando mai un comunista o comunque un ‘sinistro’ è stato o è individualista).
Il Partito Comunista Cubano aveva addirittura partecipato in alcuni frangenti ai governi di Fulgencio Batista.
I comunisti dell’isola appoggiarono Fidel quando si resero conto delle sue concrete possibilità di successo, mai prima.
Fu solo dopo le restrizioni al commercio decise da Eisenhower e la kennediana idiotissima Baia dei Porci che il regime virò decisamente rotta.
L’insipienza USA tornò nella circostanza – come nel 1954 nel Guatemala di Jacobo Arbenz Guzman – a provocare irreparabili danni.
Castro ha salvato Cuba – casini e casinò – e l’ha retta col dovuto pugno di ferro.
Finirà il Castrismo e l’isola tornerà ad essere casini e casinò!