imessage on pc

mdpr1@libero.it

https://mcdvoice.review

Scacco matto!

Commenti disabilitati su Scacco matto! Varie ed eventuali

Mai stato forte a scacchi.
E pensare che le mosse e i primi insegnamenti li avevo ricevuti trienne da nonna Giorgina che nelle sessantaquattro caselle sapeva benissimo giostrare.
Una delle davvero infinite strade che mi venivano aperte e che non percorrevo.
Né ho dipoi percorso  se non a tratti, svogliatamente, senza coinvolgimento.
M’occorse, sul finire dei Sessanta di quel Novecento che mi ha visto, scioperato quale ero, sperperare ma agire da veramente vivo buona parte della vita, di ricoprire per qualche anno la carica di Presidente del glorioso – è stata fondata in città e ha qui avuto sede per anni la Federazione Nazionale – Circolo Scacchistico Varesino.
Non che fossi diventato un almeno passabile giocatore.
No.
Avevo semplicemente ospitato gratuitamente in un locale di proprietà dell’Ente Pubblico che all’epoca dirigevo i parecchi, bravissimi amanti della scacchiera operanti in città.
E quindi…
Riandando oggi a quei lontani giorni devo concludere che bene ho fatto a non lasciarmi catturare da Re, Regine, Torri, Arrocchi e via elencando.
Molti davvero, giovani e tra i più forti miei associati, coloro che sono stati invece inghiottiti, quasi fossero caduti in un cratere, dalla passione esaltante e insieme annichilente per quel gioco (che tale non è).
Trasporto che i non addetti neppure sospettano possa esistere.
“La vita è troppo breve per gli scacchi”, la giusta, ottocentesca, ammonizione che dobbiamo a Henry James Byron.