imessage on pc

mdpr1@libero.it

https://mcdvoice.review

È andata così!

Commenti disabilitati su È andata così! Varie ed eventuali

”E un giorno – scopro – prese a zoppicare.
Per quelli che l’hanno visto.
Parlo di Giacomo P..
Come tirava Giacomo i cinque sponde, nessuno.
Credi che per il biliardo occorra un fisico particolare?
A parte i piccoletti, tutti.
Ma Giacomo la curava la linea.
Non uno di quelli insomma che per i colpi difficili gli toccava mettere la pancia sul bordo.
Con quel particolare movimento…
E lo ‘vedeva’ il gioco.
E aveva tocco e misura.
Punti, va bene.
Ma dopo, comunque, messa.
E calma.
E il gesso sempre a fare la punta, quando e mentre l’occhio indagava.
E la stecca personale.
Neanche a dirlo.
Nella valigetta.
Vent’anni, certo di più.
Nei posti giusti.
Poi, qualche scricchiolio.
Al punto che gli arrivavo abbastanza vicino al cento.
Poi, qualche battuta d’arresto inaspettata.
Problemi di vista, a dirlo.
Poi, come sparito.
Sai com’è.
Prima ti chiedi dove sia.
Poi…
E ti dimentichi.
E capita che ieri ti incontro la figlia.
Glielo chiedo, no?
Dice che ha smesso e che è stato doloroso.
Dice che per mesi ha avuto difficoltà, dapprima serie, a camminare.
A poggiare la gamba sinistra.
Dice che è per via del fatto che ha preso la stecca, l’amatissima stecca, e l’ha spaccata in due.
Così sulla gamba piegata.
Va bene, pensi.
Il dolore fisico.
Ma vuoi mettere cosa deve avere sentito dentro perché per colpa degli occhi non era più il numero uno?
Le ho detto di non salutarmelo.
Come non m’avesse incontrato.
Capisci, vero?”