“Passo al buio”

“Passo al buio”

Quella volta che Gian Aldo disse “Passo al buio”, nessuno aprì, e si vide poi che aveva una scala reale minima a fiori servita.
Volle il desso che si proseguisse per vedere cosa sarebbe successo.Al tavolo, ciascuno cambiò carte secondo necessità.
Niente di straordinario.
“Non sarebbe servito a molto aprire.Al massimo qualche spicciolo”, concluse rasserenato.
Non gli avevo detto del full che avevo e che mascherai chiedendo tre carte.
Generosità!