Granaglie, olio e vino

Granaglie, olio e vino

Arrivati dal Sud. Difficile, raro, succedesse a quei tempi. Lui, rotondetto e scuro. Baffi d’ordinanza. Lei? Chissà? Non alta. Non grassa. Occhi neri nel viso quasi sempre celato. Seducente? Ebbe a scoprirlo il dottor C.. Aveva, la Signora, difatti necessità mediche particolari. Soli, di frequente, pertanto i due nello studio. E accadde che il consorte venne a scoprire la nata e persistente tresca. Si presentò allora al dottore. Accomodatosi alla scrivania, senza proferire parola, guardandolo in faccia, tirò fuori dalla tasca interna della giacca una pistola che poggiò alla sua destra. Poi, dalla cartella, il blocco degli ordinativi. Scrisse a...

Una vita in più

Una vita in più

Improvvisamente sveglio, il vecchio si alzò dal letto. Pantofole ai piedi, alla ricerca del gatto. Trovatolo, lo prese in braccio, carezzandolo dolcemente. Nuovamente in camera, lo collocò sul cuscino, il suo. Qualche minuto e il micio già sonnecchiava. Spense il vecchio la luce. Seduto sulla poltrona d’angolo, aspettò. Un’ora. Non di più. Trascorsa la quale – come sapeva con assoluta certezza sarebbe occorso – la povera bestiola giaceva morta laddove fino a poco prima dormiva ronfando. Aveva ‘sentito’ – un brivido, racconterà dopo – la vecchia megera arrivare. Doveva la Morte trovare qualcuno in quel letto. Chiunque. Aveva trovato il...

Thatcher

Thatcher

Versione in Spagnolo 1) El alma Pues hay la leyenda. En el deporte. Relativamente fácil. En el espectáculo. Pero cierto. En algún momento específico, de repente, en otro lugar. Muy difícil, en cambio y, por el contrario, ser (¿volverse?) míticos en vida, mientras se actúa democráticamente, se opera en la Política, pues si ante todo no se entiende esta con la inicial mayúscula. Pues hay que tener una específica inteligencia. Y particulares capacidades. Poseerlas. Y se necesita ser alimentados por certezas y alimentarlas. Graníticas. Y – no contrasta – alguna controlada adaptabilidad. Y vivir en el justo momento. Y cuando...

L’inglese? Per carità!

L’inglese? Per carità!

Ovviamente, il riferimento al povero (per ben altri versi) Luigi Di Maio è lo spunto. Sono in totale disaccordo a proposito della necessità in campo politico sia pure internazionale di comprendere e parlare l’inglese. Ognuno, in specie pubblicamente, deve esprimersi nella propria lingua e affidarsi agli interpreti. Questa corsa all’inglese rende subalterni senza alcuna ragione. È l’inglese la lingua universalmente usata? Soprattutto perché accettiamo supinamente che così sia. Personalmente, l’ho volutamente dimenticato!